Recupera le perdite sui Contratti derivati!

Chiamaci allo 06 9442 9500

Gli Obblighi comportamentali degli Intermediari – 3. Un ventaglio ampio

Gli Obblighi comportamentali degli Intermediari – 3. Un ventaglio ampio

Gli obblighi comportamentali sono stati oggetto di approfondimento e revisione da parte della stessa CONSOB nel corso degli anni. Tra i più importanti, specie nell’ambito dei prodotti derivati, dobbiamo però citare i seguenti:

  • La know your customer rule (spesso sintetizzata come “profilazione MiFID” ma presente nel regolamento Consob 1998 già prima della nota direttiva del 2004), individua l’obbligo per l’intermediario di acquisire, prima di addivenire alla stipula di un contratto di investimento, tutte le informazioni necessarie a comprendere la conoscenza e l’esperienza del cliente in materia di investimenti, la sua propensione al rischio, ed ad informarlo nello specifico sulle caratteristiche e sui rischi dello strumento finanziario prescelto.
  • La suitability rule prevede che l’intermediario sia obbligato a segnalare la non adeguatezza dell’operazione.
  • La best execution rule impone che gli intermediari debbano eseguire le operazioni richieste alle migliori condizioni.
  • Gli intermediari hanno poi l’obbligo di evitare operazioni in conflitto di interessi (insito nelle operazioni in derivati OTC) o comunque l’obbligo di informarli dell’esistenza di situazioni rilevanti di conflitti (art. 21 lettera e) del TUF ed artt. 23 e ss. del regolamento congiunto Consob e B.I. del 29 ottobre 2007), indicando in cosa consiste tale conflitto e la sua portata specifica, ma su questo argomento effettueremo un doveroso approfondimento nel prossimo post.

FD srl

Webmaster

I commenti sono chiusi